La planetaria nella cucina giapponese

La planetaria nella cucina giapponese

Chiunque ami cucinare giapponese non può fare a meno di un elettrodomestico che fin dalla sua nascita, nel lontano 1900, ha saputo apportare una serie di benefici in termini di risparmio di tempo e di energie: stiamo parlando della planetaria o, come più comunemente conosciuta, impastatrice.

Questo apparecchio fa capolino sulla scena asiatica come aiuto per la realizzazione di dolci, le sue principali funzioni sono infatti quella di impastare, montare ed amalgamare in maniera uniforme i composti. Con il passare del tempo l’impastatrice si è evoluta fino ad i giorni nostri presentandosi come una tecnologia di supporto nel campo della panificazione e dell’industria dolciaria, soprattutto se applicata alla cucina giapponese.

Se all’inizio della sua carriera la planetaria era uno strumento dedicato principalmente all’industria, oggigiorno è possibile trovarla in molte delle cucine casalinghe, ovviamente in formati più contenuti e compatti in modo da occupare poco spazio.

La grande espansione dell’elettrodomestico si ebbe inizialmente in America, per quanto concerne invece la cucina internazionale si dovette attendere un lasso di tempo maggiore, basti pensare che in Giappone oggi essa riveste un ruolo basilare nella cultura gastronomica e deve la sua espansione al crescere dei programmi televisivi che hanno permesso di poterla conoscere ed impiegare su larga scala.

Sul mercato esistono impastatrici che hanno funzioni e peculiarità differenti tra loro, per avere una maggiore visione a riguardo di quali siano i modelli più conosciuti e rinomati basterà dare un’occhiata al sito www.migliorimpastatrice.it. In questa pagina web potrete conoscere le migliori macchine in commercio, orientandovi su quella che meglio si adatta alla cucina giapponese.

La cucina giapponese pone delle regole ferree per l’utilizzo dell’impastatrice, prima di tutto identificando le due principali categorie in cui possono rientrare le planetarie ovvero quelle di tipo industriale e quelle casalinghe. Se decidete di preparare dei piatti giapponesi è molto importante scegliere un’impastatrice che sia in grado di mantenere inalterate le proprietà organolettiche degli ingredienti, conservandone sapore e struttura.

In Giappone vanno per la maggiore le planetarie professionali in metallo, quelle in plastica infatti tendono a surriscaldare i cibi e renderli meno appetibili una volta cucinati. Se si cucina giapponese i principali attrezzi da utilizzare sono i bracci per impastare, le spatole e le fruste. Non è un caso che molte case produttrici di impastatrici siano di origine giapponese, il Giappone infatti si presenta, se non come luogo natio di questo elettrodomestico, la culla ideale dove si è potuto sperimentarla e perfezionarla maggiormente. Molti dei più rinomati chef giapponesi si avvalgono delle impastatrici per poter preparare anche dei piatti di nicchia che necessitano di lavorazioni particolari o sistemi di impastamento tradizionali.

La cucina giapponese trova enorme giovamento dall’utilizzo della planetaria, basti pensare al piatto nazionale per eccellenza: il ramen. La pasta in brodo che tutti conosciamo può essere agevolmente impastata grazie a questo strumento che evita dispendio di forze e tempo, così come anche gli egualmente rinomati udon. Molto meno conosciuta è l’Okonomiyaki, una specie di frittata in cui è possibile aggiungere qualsiasi ingrediente, e chi meglio della planetaria potrebbe amalgamarli correttamente ed in maniera equilibrata? Anche la pasticceria giapponese trova un forte aiuto in questo elettrodomestico, i dorayaki, dolci fatti con farina di riso possono venire impastati con i bracci e con le spatole dell’impastatrice. Sono davvero molti i piatti della tradizione asiatica che ben possono sfruttare la forza amalgamante di questo oggetto, via libera alla fantasia e alla versatilità!

Se dovete cimentarvi della cucina giapponese e non sapete che impastatrice scegliere vi consigliamo di visionare il sito www.migliorimpastatrice.it, qui potrete vedere i migliori modelli per fasce di prezzo e in base alle funzionalità che ricoprono. Consci che per ognuno di voi esiste il giusto modello di planetaria, ritagliatevi del tempo per ricercare opinioni di clienti che hanno già acquistato ed utilizzato il prodotto per la preparazione di piatti giapponesi.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*