Vocabolario del Sushi

Quanta attenzione, cura e dedizione c’è dietro la preparazione di un piccolo rotolino di sushi?



Te lo sei mai chiesto? Io sì, e quando ho avuto la fortuna di assistere dal vivo ad una dimostrazione tenuta da un shokunin (maestro sushi) ho avuto la conferma che la preparazione del sushi richiede un’attenzione e una dedizione grandissime, inconcepibili per noi occidentali sempre frettolosi e distratti.

vocabolario del sushi

Durante la dimostrazione ho capito anche un’altra cosa: dovevo assolutamente imparare i principali termini legati al mondo del sushi se volevo continuare a considerarmi un’esperta dell’argomento.

Ho fatto qualche ricerca e ho messo insieme un piccolo vocabolario con i termini più insoliti e curiosi legati al mondo del sushi.

Oggi ho deciso di condividerlo con te, così se ti capiterà di assistere ad una dimostrazione di sushi o di conversare con un vero esperto non farai – come me – la figura della novellina.



Dando per scontato che anche tu, come me, conosci i termini dei vari tipi di sushi e dei condimenti più utilizzati, passo direttamente a quelli più tecnici e inusuali.

Ho diviso il mio dizionario del sushi in due sezioni: “Termini tecnici e Strumenti” e “Cibi e Condimenti”.

TERMINI TECNICI E STRUMENTI

AGARI: Tè servito a fine pasto.

AKAMI: Termine con cui si indicano tutti i topping di colore rosso.

BARA:  Sushi servito in un’insalatiera, molto simile alla nostra insalata di riso.

DEBANA: La prima tazza di tè verde servita a inizio pasto.

DEBA: Il coltello corto e largo utilizzato per sfilettare il pesce.

GETA: Vassoio di legno su cui viene servito il sushi.

GU: Guarnizioni di pesce e verdure poste all’interno dei rotolini.

HANGIRI: contenitore di legno dove far raffreddare il riso.

HASHI: Bastoncini di legno.

HOCHO: Termine generico utilizzato per indicare i coltelli da sushi.

ITAMAE: Chef di sushi.

MAKISU: Stuoia di bambù utilizzata per arrotolare i maki sushi.

MIYAJIMA: Mestolo per mescolare il riso per il sushi.

NIGEMONO: Termine con cui si indicano guarnizioni economiche.

ODORI: Termine generico per indicare guarnizioni vive per il sushi.

OSHIBORI: Tovaglietta umida utilizzata per pulire le mani.

SHIROMI DANE: Topping chiari.

SHOKUNIN: Maestro Chef Sushi.

UCHIWA: Ventaglio utilizzato per raffreddare il riso.

TANE: Termine generico utilizzato per indicare le guarnizioni per il sushi quando sono poste al di sopra dei nigiri, sono dette anche “sushi dane”.

TATAKI: Termine utilizzato per indicare gli ingredienti tritati finemente.

YANAGI: Lungo coltello a lama sottile utilizzato per affettare il pesce.

come preparare il sushi

PIETANZE E CONDIMENTI

AWABI: Abalone

FUGU: Pesce Palla

GARI: Strisce di zenzero servite per ‘pulire’ la bocca tra un tipo di sushi e l’altro.

GOMA: Semi di sesamo tostato

HASU: Radici di loto

MIRIN: Vino dolce utilizzato solo per cucinare.

OBIZUKE: La strisciolina di alga che tiene insieme riso e pesce nei nigiri.

SHARI: Termine con cui si indica il riso per il suo colore bianco che ricorda i resti di Buddha.

SHISO: Menta giapponese.

SHOYU: Salsa di soia

SUNOMOMO: Insalata di cetrioli

TAMAGO: Frittata dolce

Questo piccolo glossario è sicuramente una piccolissima parte di tutti i termini del sushi, ma, a me è stato molto utile a comprendere meglio il mondo del sushi e –  cosa da non sottovalutare – anche le indicazioni riportate sui menù dei ristoranti giapponesi.

Articolo a cura di:
Rita Maria Esposito
it.linkedin.com/pub/rita-maria-esposito/48/56/1

 


Diventa un mago della cucina giapponese


Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter