Sushi all you can eat a Torino

Per gli amanti del sushi di Torino e provincia oggi voglio farvi un elenco di quelli che sono i ristoranti giapponesi in città che offrono la formula del sushi “all you can eat a Torino”.



Il cibo giapponese e soprattutto il sushi sta spopolando sempre di più in Italia, Torino non è da meno, un successo soprattutto nel pubblico femminile che sembra non riesca a farne a meno.

Sushi "all you can eat" a Torino

Spuntano quindi come funghi le formule “all you can eat a Torino” sia per il pranzo che per la cena, mangiare tutti i piatti tipici della cucina giapponese spendendo un prezzo fisso, unico vincolo è che tutto quello che si ordina va “spazzolato” altrimenti si rischia di pagare un extra.

Dato il successo di questa formula, molti ristoranti giapponesi in Italia non mettono tutti i piatti che hanno nel menù a disposizione dell’all you can eat, ma solo una selezione specifica, tutto quello che si aggiunge dal “fuori lista” si paga.

I prezzi tra i vari ristoranti sono davvero molto variabili anche se si può fare una media di spesa attorno ai 18/20€ per la cena, mentre a il costo medio di un pranzo a base di sushi all you can eat a Torino si aggira sui 12€ circa.



Per contattare i locali dell’elenco e prenotare un tavolo sia per pranzo che per cena potete fare un ricerca diretta su Google oppure tramite www.iltrovanumeri.it trovate direttamente il numero di telefono per fare la vostra prenotazione.

L’elenco dei locali è stato selezionato facendo una ricerca attraverso internet, sfruttando Google ed i portali di recensioni come Tripadvisor, dove ho cercato di estrapolare quelli che vengono segnalati come i più rappresentativi.

Se conoscete altri ristoranti giapponesi che fanno la formula sushi all you can eat a Torino segnalateli e li aggiungiamo alla lista di questo articolo, sentiti libero/a di indicarli nei commenti ed aiutare gli amanti torinesi del sushi a soddisfare la loro passione.


Diventa un mago della cucina giapponese


Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter