Riso per sushi: quale scegliere?

Riso per Sushi: quale scegliere?

Molti pensano che la difficoltà principale per preparare del buon sushi sia esclusivamente la scelta e la preparazione del pesce crudo, non è affatto così.



Molti non ottengono i risultati sperati perché scelgono il riso per sushi sbagliato.

In questo articolo voglio darti una panoramica e qualche consiglio per scegliere il tipo di riso per sushi giusto per prepararlo come al ristorante.

Nei negozi di alimentari oppure nei supermercati troviamo diverse tipologie di riso, il superfino, il fino, il semifino e quello comune.

Ognuno ha le proprie caratteristiche di cottura e di forma, è importante conoscere i pregi, le qualità ed i difetti dei vari tipi di riso.

Riso per sushi: quale scegliere?

Il riso comune si distingue da tutte le altre tipologie per essere quello con la cottura più rapida ed è riconoscibile per la sua forma particolarmente tondeggiante e “cicciotta”, il fino, semifino o superfino sono invece più allungati ed affusolati.

A parte la forma è bene sapere che ogni tipo di riso ha un contenuto di amido differente che durante la cottura viene rilasciato.

Quello comune è molto “generoso” e perde molto amido, quelli fini sono più “parsimoniosi” e trattengono per se praticamente tutto l’amico che contengono, perché devi sapere questo per preparare un buon sushi?

Perché la quantità di amido che viene perso dal chicco durante la cottura permette di avere un riso colloso oppure ben separato.

Per questo motivo la scelta influirà sulla buona riuscita del tuo sushi, che riso scegliamo?

Ragioniamo insieme, tutti i tipi di sushi sono composti da un rotolo o da una polpetta di riso ben compatta ed amalgamata, questo significa che abbiamo bisogno di un riso che sia “colloso” e che si compatti molto bene.

Per esserlo deve rilasciare una grande quantità di amido durante la cottura, la nostra scelta cade quindi sul riso comune, che tra l’altro è anche quello più economico sul mercato, eliminiamo quindi dalla scelta il riso Ariete, Arborio, Carnaroli ed altri simili.

I migliori cuochi in Italia utilizzano due tipologie di riso per sushi che derivano dalla famiglia Japonica, purtroppo è un tipo che non si trova spesso nei supermercati, non bisogna però disperare.

Tu non hai un ristorante e per preparare del buon sushi anche a casa tua ti basta scegliere il classico riso bianco comune piccolo e tondeggiante, è l’unica regola da seguire, tutti gli altri tipi non vanno bene per realizzare il nostro sushi.

Adesso che sai quale tipologia di riso per sushi scegliere, non ti resta che andare al supermercato a fare la spesa e metterti all’opera.

Prima di chiudere due cose.

Se ti interessa ti segnalo qualche 4 libri molto interessanti che ti spiegano ed insegnano a preparare facilmente il sushi a casa, eccoli e buon lettura.

Leggili ed impara a cucinare il sushi a casa

Adesso che hai le basi è tempo di mettersi all’opera, ecco allora alcune ricette per preparare il riso da usare poi per la realizzazione finale del sushi da gustare a tavola.

Adesso ti saluto e vado a preparare il mio riso per sushi che mi è venuta fame.



Diventa un mago della cucina giapponese


Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter