Come preparare gli Onigiri di salmone

Il mio primo approccio con gli onigiri è stato da bambina, quando, davanti al televisore vedevo i protagonisti dei mie cartoni animati preferiti divorare in maniera famelica queste polpettine triangolari tutte bianche e con una striscia nera. All’epoca non capivo cosa fossero, ma, subito ebbi l’impressione che dovessero essere molto buone. Intuizione confermata, molti anni dopo, quando ormai 20enne misi piede per la prima volta in un ristorante giapponese.



Anzi, mi sono piaciuti così tanto che da allora non ho smesso di mangiarli, proprio come i personaggi dei cartoni animati che guardavo da bambina. Per poterli mangiare ogni volta che voglio, ho imparato a farli a casa. Ecco la mia ricetta, degli onigiri al salmone ispirata alla ricetta tradizionale giapponese.

onigiri al salmone

Gli onigiri, noti anche come omusubi sono delle polpette di riso ripiene solitamente con tonno o salmone e decorati con una striscia di alga nori posizionata su un lato per consentire di afferrarlo e mangiarlo con le mani. L’onigiri è considerato uno spuntino e viene mangiato tra un pasto e l’altro, generalmente come street food. In Giappone esistono negozi specializzati nella preparazione di questi spuntini detti onigiri-ya.

Per preparare gli onigiri di salmone ( i miei preferiti) ti serviranno:

  • Riso per sushi, 2 tazze
  • Alghe nori
  • Salmone, 1 filetto
  • Sale

Inizia lavando il riso sotto l’acqua corrente fino a quando l’acqua non diventa trasparente. Lascialo in ammollo per 30 minuti. Cuoci il riso in pari quantità di acqua. A due tazze di riso, corrispondono due tazze di acqua. Copri la pentola e cuoci a fuoco lento fino a quando il riso non avrà assorbito tutta l’acqua di cottura.

Cuoci il filetto di salmone in padella con un filo di olio fino a quando il pesce non diventa croccante all’esterno e ben cotto all’interno. Trita grossolanamente il salmone e tienilo da parte.

Prendi una manciata di riso e con le mani bagnate con acqua e sale dagli la forma di una pallina. Crea un buco ne centro e farcisci il riso con un po’ di salmone affumicato. Ricopri con altro riso e con le mani dai alla tua polpetta di riso la classica forma dell’onigiri, ovvero, quella di un triangolo arrotondato. Applica la striscia di alga nori sulla parte inferiore dell’onigiri, facendola aderire bene. Prepara altri onigiri seguendo lo stesso procedimento. I tuoi onigiri al salmone sono pronti per essere gustati e ti assicuro che sono buoni come quelli del ristorante giapponese.

Se ti piace puoi decorare gli onigiri con dei semi di sesamo. A me piacciono semplici e conditi solo con un goccio di salsa di soia. Adesso ti lascio ai tuoi onigiri. Buon Appetito!

Articolo a cura di:
Rita Maria Esposito
it.linkedin.com/pub/rita-maria-esposito/48/56/13



Diventa un mago della cucina giapponese


Condividi l'articolo se ti è piaciuto
Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter